Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Economia e commercio

Studiare Economia e commercio oggi permette di analizzare i meccanismi di funzionamento dei sistemi economici, sia a livello microeconomico (ad esempio il comportamento del consumatore oppure le strategie delle imprese) che macroeconomico (sistemi economici nazionali e internazionali.

Il corso di studi in Economia e Commercio prevede due curricula, uno in lingua italiana e uno in lingua inglese (Economics and Business). I laureati in Economia e Commercio o in Economis and Business avranno un'ampia preparazione di base nelle discipline economiche e aziendali, nonché piena padronanza dei fondamentali strumenti matematico-statistici e dei principi dell'ordinamento giuridico.

Il corso di laurea consente di perseguire sia obiettivi formativi professionalizzanti, orientati al settore privato e al settore pubblico, sia obiettivi di consolidamento della cultura economica dei laureati in vista del proseguimento del percorso formativo nell'ambito delle lauree magistrali o dei master di I livello. A tale scopo, i laureati del corso di laurea di Economia e Commercio o Economics and Business acquisiscono conoscenze di base di tipo economico (insegnamenti di economia politica, politica economica ed economia internazionale), economico-aziendale (insegnamenti di teoria del bilancio), nonché di tipo quantitativo (matematica finanziaria, statistica) e giuridico (diritto privato, diritto pubblico). La preparazione è completata con diversi insegnamenti affini e a scelta dello studente.

In particolare, il corso di laurea consentirà di acquisire competenze necessarie ad analizzare dati strutturali e congiunturali relativi ad un dato contesto economico, per definire i comportamenti e le relative scelte degli individui, delle imprese e delle istituzioni, e di esaminare i possibili effetti di questi comportamenti all'interno dei diversi mercati, anche in ambito internazionale.  

[Ultima modifica: lunedì 25 febbraio 2019]