Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Sedotta e sclerata. Presentazione del libro di Ileana Speziale

Header Scire Interno _speziale _def

|
SCIRE, Società e Cultura in Relazione
Delega per la Diffusione della Cultura e della Conoscenza
Ciclo Università & Salute


|
Sedotta e sclerata. Presentazione del libro di Ileana Speziale

Come Emily, la protagonista del suo romanzo Sedotta e sclerataIleana Speziale, giornalista e scrittrice, ha scoperto a 20 anni di avere la sclerosi multipla. Come Emily ha deciso di affrontarla in modo coraggioso e assolutamente straordinario, entrando nel mondo parallelo della malattia con animo leggero e mente determinata.

Ileana Speziale sarà ospite dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale martedì 9 aprile 2019 (alle ore 10.00 presso l’Aula Salerno, Palazzo degli Studi, Campus Folcara) per raccontarci la sua esperienza. Lo farà con la passione, la grinta e l’ironia che caratterizzano le pagine del suo romanzo, per lanciare un messaggio positivo di speranza soprattutto ai giovani. Sono loro infatti i più colpiti da questa patologia del sistema nervoso centrale, autoimmune e cronica, che viene in genere diagnosticata tra i 20 e i 40 anni. In Italia, dove si registrano ogni anno 3400 nuovi casi, sono più di 100.000 le persone con sclerosi multipla, prima causa di invalidità tra i giovani adulti, dopo gli incidenti stradali.

Saranno gli studenti Unicas a intervistare l’autrice dopo aver letto e aver discusso del libro insieme a Maria Ferrara, docente di Epidemiologia sociale, responsabile dell’Osservatorio sull'Educazione alla Salute del Laboratorio di Igiene (Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute), e a Rosella Tomassoni, docente di Psicologia Generale e Presidente del Centro Universitario Diversamente Abili Ricerca Innovazione.

Interverranno Maria Rita D’Amico, portavoce dell’Associazione Internazionale Solidarietà Motorie, e Monica Roma, Presidente dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla di Frosinone, che da anni operano al fianco dei pazienti, delle famiglie, degli operatori sociali e sanitari, impegnate ad abbattere le barriere visibili e invisibili che spesso impediscono alle “persone speciali” con disabilità di vivere una vita gratificante e inclusiva.

L’incontro è organizzato da SCIRE-Delega per la Diffusione della cultura e della conoscenza dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, nell’ambito del ciclo “Università & Salute”.