Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Scienze del testo letterario e delle fonti storiche

Descrizione e obiettivi del corso
Il corso di dottorato in Scienze del testo letterario e delle fonti storiche si propone di fornire una adeguata formazione metodologica alla ricerca nel settore degli studi umanistici, con particolare riferimento agli ambiti delle scienze storiche e filologiche dell’antichità, della letteratura e della filologia italiana e delle lingue e letterature europee, della storia. Gli obiettivi formativi specifici possono essere quindi così definiti: 1) pieno possesso delle metodologie generali della ricerca in ambito umanistico; 2) capacità di valutazione critica e di utilizzazione scientifica delle fonti scritte e dei testi letterari, ai fini della ricostruzione e della analisi storica, filologica, linguistica e letteraria; 3) acquisizione di specifiche competenze alla ricerca storica, filologico-letteraria e linguistica in ambiti più determinati sia dal punto di vista cronologico che contenutistico; 4) capacità di sviluppare progetti di ricerca scientifica in ambiti specifici che consentano di produrre risultati originali e innovativi fondati su una accurata revisione critica delle conoscenze disponibili in materia.


Sbocchi occupazionali e professionali previsti
Il corso di dottorato si propone di fornire competenze linguistiche, storiche, filologiche, storico-artistiche spendibili in tutti quei contesti (accademici, bibliotecari, archivistici, nazionali e internazionali, pubblici e privati) che hanno come scopo la ricerca, la formazione, e la valorizzazione e tutela del patrimonio culturale nella sua accezione più ampia. In particolare il Corso fornisce le conoscenze e gli strumenti metodologici necessari a svolgere attività di ricerca scientifica nell’ambito delle discipline filologiche, letterarie e storiche dall’antichità all’età moderna e contemporanea e a svolgere attività di insegnamento nei livelli superiori della formazione. Esso assicura al dottorando una preparazione più ampia e approfondita nelle discipline di settore, una migliore conoscenza della storiografia nazionale e internazionale, una piena padronanza delle fonti della ricerca filologica, storica e letteraria e un affinamento delle capacità critiche. Il titolo rappresenta un requisito indispensabile per l’avvio all'insegnamento nell'Università e nella formazione superiore e per l’inserimento lavorativo di livello medio-alto negli enti di ricerca nazionali e internazionali e negli organismi pubblici e privati (Fondazioni, Biblioteche, Archivi, case editrici, aziende, ecc.) che a vario titolo svolgono studi, ricerche e attività di conservazione, promozione e valorizzazione del patrimonio culturale.


[Ultima modifica: martedì 27 febbraio 2018]